Sette consigli prima di iniziare ad annodare

State per annodare una cravatta per la prima volta? Allora controllate questi nostri 7 consigli per non sbagliare.

  1. Avete da qualche parti disponibile una cravatta vecchia? Perfetto! Potete utilizzarla in vece della nuova per evitare di rovinarla. 
  2. Prima di posizionare la cravatta sul vostro collo; gira il colletto verso l'alto e allaccia il bottone superiore della camicia.
  3. Un errore comune è quello di stringere subito la cravatta. Provate prima a non annodarla stretta, potete sempre stringerla dopo quando sarete sicuri del risultato. Un nodo troppo stretto non fa molto per il risultato finale e influenza negativamente la durata della cravatta.
  4. Una cravatta annodata perfettamente tocca la parte superiore della cintura.
  5. Il retro della cravatta (la parte più corta) non deve ovviamente essere più lunga della parte frontale. Ma anzi deve essere infilata nel passantino così che rimanga bene a posto.
  6. A posto col nodo? Allora stringete pure il nodo e mettetela pure giù.
  7. È allettante l'idea di lasciare il nodo nella cravatta dopo l'uso per il prossimo utilizzo. La cravatta però rischia di rovinarsi. Infatti, è meglio togliere il nodo, arrotolare la cravatta e metterla nell'armadio o appenderla a una gruccia.

Sette consigli prima di iniziare ad annodare


Più di 85 nodi possibili

Siete fra quelli che prendono la cravatta dal proprio armadio solamente quando è proprio necessario data l'occasione? Allora non avete ancora trovato la cravatta giusta per voi. Esistono libretti intitolati "i 20 nodi di cravatta più importanti" o "85 possibilità di legare la cravatta", ed è chiaro che vi facciate un po' spaventare. giusto per farvi capire: i fisici Fink e Mao hanno calcolato che esistono non meno di 85 possibilitò per annodare una cravatta di dimensioni standard. Ma in realtà, se si padroneggia un repertorio di base di quattro nodi, basta e avanza. Probabilmente infatti non avete tempo ogni mattina di impegnarvi in un nodo complicato come il Grantchester o il Christensen... Quindi non preoccupatevi, il Four in Hand, i Windsors e il nodo Pratt sono ciò che serve davvero e a quel punto avrete la possibilità di abbinare ogni cravatta al nodo giusto.

Per quanto riguarda la forma del collo, l'altezza e la qualità del tessuto della cravatta bisogna sceglere un nodo specifico. Questo può essere piccolo e sottile, largo e lungo, pieno o grande e piatto. Se pensi che sia importante che la cravatta sottolinei positivamente il tuo stile e il tuo aspetto, scegli il nodo che sia adatto a te. Prendetvi tutto il tempo per esercitarti, così da poter sperimentare quale sia il risultato dei quattro nodi più noti di cui abbiamo già parlato. In molti casi sarà il four in hands, ma anche il windsor potrà sicuramente andare bene.

 

Consegna veloce
Garanzia di rimborso entro 30 giorni
Dal 2004 il tuo partner in grandi quantità

Pagamento online sicuro

×