Nodo a quattro

Si tratta del nodo ideale di base con cui chiunque dovrebbe sapere destreggiarsi ed è uno dei nodi più facili per chi ha appena iniziato a muoversi nel mondo delle cravatte. Il Four-inHand- conferisce alla cravatta un risultato raffinato ed elegante che si può indossare in ogni occasioni. Da imparare!

Annodare il Four in Hand

Annodare il Four-in-Hand

https://www.youtube.com/watch?v=wNnJoIwecrw

  • Risultato: nodo sottile e affusolato leggermente asimmetrico, cosa che lo rende giocoso e contemporaneo. Questo nodo fa apprire il collo più lngo data la sua strettezza.
  • Quando indossarlo? Perfetto al lavoro e per le occasioni sì formali ma non troppo. Sta bene su qualunque tipo di cravatta ma in particolare su quelle di seta eppure non sta male anche sugli esemplari più spessi come le cravatte di lana o quelle appunto larghe, in quanto il nodo in sé è piccolo. 
  • Livello di difficoltà: * (1 su 5)

Origine del Four-in-Hand

 

Questo fu proprio il primo nodo in assoluto ad essere ideato quando intorno al 1860 la moda britannica prese ad utilizzare la cravatta. Non è del tutto chiaro quale sia la vera origine del nome del Four-in-Hand ma la leggenda vuole che sia nato in un club di gentlemen londinese del diciannovesimo secolo, chiamato appunto Four in Hand club. I membri di questo club erano amanti delle cravatte piccole, e il nodo da loro utilizzato fu battezzato per tale motivo in questo modo. Esiste anche una versione alternativa: le mani in questo caso rappresentano le redini della carrozza. Non è chiaro se il nodo fosse quello propriamentre indossato dai cocchieri o se fosse il nodo utilizzato nelle redini.

Consegna veloce
Garanzia di rimborso entro 30 giorni
Dal 2004 il tuo partner in grandi quantità

Pagamento online sicuro

×